CERISCIOLI E RICCI PENSINO AI LORO SPRECHI PDF Stampa E-mail
 

Scritto da Ale DiDo Admin, 24-07-2010 12:08

Visite : 2697    

Favoriti : 407

Pubblicato in : Attività Politica, Politica

 FINALMENTE QUEI CARTELLI DI PROPAGANDA IN STILE POST BELLICO, LI HANNO RIMOSSI; CERISCIOLI E RICCI ORA PENSINO A TAGLIARE I VERI SPRECHI, I LORO.

Circa venti giorni fa sono comparsi come funghi per le vie della città di Pesaro, e sparsi nella Provincia, i manifesti confezionati dalla sinistra per contestare la manovra finanziaria del governo. Ciò che stride e grida vendetta è che negli Enti Pubblici ancora oggi ci sono margini di risparmi e sacche di sprechi che sarebbe meglio che tutti facessero un esame di coscienza.

Il Comune di Pesaro ha "azzerato" le consulenze esterne, però 1 milione e 800 mila euro di "incarichi Tecnici" hanno la coda lunga; vogliamo continuare sui 900.000 euro, e oltre, della produttività del pubblico impiego? Ma 11 assessori sono davvero indispensabili? In Provincia, in ogni caso, non è diverso; non è sufficiente mettere a metano la macchina del presidente occorre più fermezza. Quindi quando qualcuno ci minaccia che avremo più buche per le strade, è bene che si ricordi che a Pesaro e in Provincia gli ultimi veri interventi seri sulla viabilità sono avvenuti in occasione della Visita Istituzionale del Presidente della Repubblica, e il passaggio del Giro d'Italia, e i nostri concittadini sono anni che "combattano" con le buche nelle strade e sulla loro scarsa manutenzione.

La struttura viaria della provincia è la stessa da circa 30-40 anni, fatta eccezione per i due trafori di Urbino e Sant'Angelo in Vado; ed oggi la proposta è 200 km di piste ciclabili che saranno realizzate tra 20 anni; quindi di cosa stiamo parlando? I tagli sul sociale? Sono anni che aumentano le rette ad asili, scuole materne e ricoveri; l'Ausr non interviene come dovrebbe, o si spererebbe, sulle strutture per anziani, però l'82% di tutto il bilancio regionale è speso, male, sulla sanità. Non solo, di quell'82% la metà rimane su Ancona ed il resto alle altre quattro province regionali; quindi di cosa stiamo parlando? Ospedale Unico? Il Comune di Pesaro ha ancora aperto un contenzioso di non meno di 2milioni e mezzo di euro per il progetto dell'ospedale che doveva nascere a Villa Fastiggi e che tutto è andato a monte, ma secondo voi, poi, chi pagherà?

La cultura è importante, ma è evidente che ci siano degli squilibri tra offerta, qualità e fruizione; razionalizzare è oggi una parola d'ordine, ma anche valorizzare le risorse interne è diventato un percorso da "sfruttare" al meglio. 

I nostri amministratori, ed è sorprendente che accada al giovane Presidente della Provincia, hanno perso per strada quel sano principio di sussidiarietà che nel terzo millennio è la vera prerogativa nella gestione del bene comune. Siamo tornati indietro al dopoguerra quando la cultura comunista assistenzialista era un becero pretesto allo scambio del voto e del consenso, così come quei manifesti hanno lo stesso sapore. Purtroppo per loro i cittadini del terzo millennio non hanno più l'anello al naso, non si fanno più prendere per il "muso" e il tempo di cambiare è sempre più maturo.

Ultimo aggiornamento : 31-08-2010 11:30

   
Figo: lo DIGO!
Salva su Salvasiti.com
Articoli simili
Riporta questo articolo sul tuo sito
Aggiungi a lista preferiti
Stampa
Spedisci a un amico

Tags : Attività Politica, Politica, CERISCIOLI E RICCI PENSINO AI LORO SPRECHI


Commenti utenti  File RSS dei commenti
 

Valutazione utenti

   (0 voto)

 


Aggiungi il tuo commento
Solo gli utenti possono commentare un articolo.

Nessun commento postato



mXcomment 1.0.6 DIGO -  © 2007-2019 - visualclinic.fr - Licenza Creative Commons
Modificato da Fiuh!Team - FIUH.it - Alcuni diritti riservati
< Prec.   Pros. >
© 2019 Alessandro Di Domenico
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.